Conflict Minerals Policy Statement (Italiano/Italian)

DICHIARAZIONE D’INTENTO SUI MINERALI DI CONFLITTO DI
ILLINOIS TOOL WORKS INC.

Esiste una crescente presa di coscienza della violenza e delle violazioni dei diritti umani che interessano l’estrazione di determinati minerali nell’area indicata come “Conflict Region”, situata nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) e nei Paesi circostanti. Come conseguenza, il Dodd-Frank Wall Street Reform and Consumer Protection Act del 2010 ha portato l’agenzia statunitense Securities and Exchange Commission (“SEC”) ad adottare norme volte all’implementazione degli obblighi informativi relativi ai cosiddetti “minerali di conflitto”. Tali norme sono rivolte ai produttori che presentano report periodici alla SEC e che realizzano direttamente o contrattualizzano la realizzazione di prodotti contenenti i “minerali di conflitto” “necessari alla funzionalità o alla produzione” dei prodotti stessi. Tali produttori sono obbligati a svolgere indagini sull’origine dei “minerali di conflitto” e a presentarne i risultati in un report destinato alla SEC.

Con il termine “minerali di conflitto” si fa riferimento a stagno, tantalio, tungsteno e oro (anche conosciuti come “3TG”), derivati da cassiterite, columbite-tantalite e wolframite, indipendentemente dalla loro provenienza o dal luogo in cui vengono trasformati o venduti. L’intento degli obblighi contenuti nel Dodd-Frank Act è quello di promuovere l’obiettivo umanitario di porre fine ai conflitti violenti nella RDC e nei Paesi circostanti, parzialmente finanziati dallo sfruttamento e dal commercio dei minerali in questione.

La politica di Illinois Tool Works Inc.:

Illinois Tool Works supporta gli scopi e gli obiettivi della legislazione statunitense relativa all’approvviggionamento dei minerali di conflitto. La nostra prassi e i nostri processi relativi alla due diligence sono conformi alle sezioni pertinenti della guida dell’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sulla due diligence, internazionalmente riconosciuta, per una catena di approvvigionamento responsabile dei minerali provenienti da zone di conflitto e ad alto rischio.

Non acquistiamo, consapevolmente, minerali 3TG provenienti dalla Conflict Region a meno che provengano da miniere o fonderie certificate come “conflict free”. Al fine di garantire la conformità con il Dodd-Frank Act, chiediamo ai nostri fornitori di intraprendere un’adeguata verifica delle loro catene di approvvigionamento per determinare se i minerali 3TG provengano da:

  1. miniere e fonderie al di fuori della Conflict Region oppure

  2. miniere e fonderie certificate da un ente terzo indipendente come “conflict free” se situate all’interno della Conflict Region.

Il Codice di condotta dei fornitori e i Termini e condizioni di acquisto di Illinois Tool Works richiedono ai fornitori l’esecuzione di un’adeguata verifica e la presentazione di una documentazione scritta che attesti la provenienza dei materiali contenenti minerali 3TG utilizzati nella produzione dei prodotti da aree situate al di fuori della Conflict Region oppure, se provenienti dalla Conflict Region, che le miniere e le fonderie siano certificate da un ente terzo indipendente come “conflict free”.

Nel caso in cui i prodotti contenenti minerali 3TG da noi acquistati provengano dalla Conflict Region, da strutture non certificate come “conflict free”, garantiremo il nostro impegno nel rendere il prodotto “Conflict Free”. Nell’evitare prodotti di approvviggionamento contenenti minerali 3TG provenienti da raffinerie e fonderie non certificate, Illinois Tool Works non intende impedire ai fornitori di approvvigionarsi da miniere certificate situate all’interno della RDC e dei Paesi circostanti (in quanto tale politica potrebbe risultare dannosa per l’economia e la popolazione di tali Paesi). I fornitori vengono incoraggiati a supportare fonderie certificate presenti nella Conflict Region e sono invitati ad adottare misure similari nei confronti dei loro sub-fornitori per garantire allineamento e tracciabilità lungo l’intera catena di approvvigionamento, fino alla fonderia.

Le informazioni fornite dai fornitori di Illinois Tool Works vengono utilizzate per condurre verifiche adeguate, che includono report di valutazione relativi alla completezza e alla correttezza delle informazioni fornite. L’insieme degli elenchi di fonderie forniti dai nostri fornitori viene messo a confronto con l’elenco di fonderie conformi contenute nel programma Conflict-Free Sourcing Initiative (Iniziativa Fonderia Senza Conflitto, CFSI) per determinare le fonderie conflict free della RDC. Le informazioni ottenute dai fornitori vengono utilizzate per la creazione del report sui minerali di conflitto e per la compilazione del modulo Form SD che Illinois Tool Works deve presentare annualmente alla SEC, la quale provvede alla sua pubblicazione sul proprio sito Web.

Illinois Tool Works offre anche un sistema di reporting accessibile telefonicamente e via Web (Helpline), con lo scopo di fornire alle parti interessate un meccanismo di reporting confidenziale mediante il quale comunicare problematiche e questioni relative alla catena di approvvigionamento di Illinois Tool Works.

E. Scott Santi

Presidente e CEO